Cosa sono le lampadine smart e come funzionano

cosa sono le lampadine smart e come funzionano

Con l’avvento della domotica e l’introduzione di accessori sempre più smart, la casa è ormai ricca di oggetti che possono essere utilizzati e pilotati direttamente dal nostro smartphone. Le lampadine smart sono proprio uno di questi.

Si tratta di lampade a tutti gli effetti ma che, rispetto a quelle tradizionali, possono essere accese direttamente dal telefono e cambiare colore a seconda dell’esigenza dell’utente. Come accade con qualsiasi accessorio smart, però, il costo è piuttosto elevato ed in parte giustifica ancora la loro scarsa diffusione.

Tuttavia non è da escludere che anche le lampadine smart, un po’ com’è accaduto con altri oggetti tecnologici, nel tempo diventino sempre più accessibili e che installare un sistema di luci di questo tipo nella propria casa diventi una vera e propria regola.

D’altra parte, al di là dei costi di partenza, che sono ancora molto alti, c’è da considerare anche il vantaggio a lungo termine di questo tipo di illuminazione. Con le lampadine smart si potrebbero infatti evitare sprechi e consumi elevati. Insomma l’illuminazione intelligente ha dal canto suo molti vantaggi.

Non a caso molte aziende hanno cominciato a investire anche in questo settore: da Philips a Ikea e Hive.

Cosa sono le lampadine smart: come funzionano

A questo punto allora cerchiamo di capire in cosa consistano effettivamente le lampadine smart e come funzionano. Queste luci possono essere controllate direttamente dal nostro telefono, indipendentemente dal fatto che utilizzi la piattaforma Android o iOS.

Tutto questo è possibile grazie a un collegamento fra lampadine e la relativa app del telefono. Tramite l’app è possibile impostare la luminosità e, nel caso in cui le luci abbiano diversi colori, è possibile anche cambiarne la tonalità. Queste lampadine consentono inoltre di impostare anche dei precisi livelli di luminosità. Si potrà quindi accendere una luce per la lettura o passare a un’illuminazione più tenue per la cena o per guardare un film alla TV.

Per controllare le lampadine intelligenti è inoltre possibile ricorrere anche agli assistenti virtuali, come Alexa, Siri, Cortana o Google Assistant. Tramite questi strumenti, infatti, non sarà necessario accedere all’app ma basterò impostare dei comandi vocali, che consentano di accendere, spegnere o regolare le luci.

Cosa sono le lampadine smart: tipologie e prezzi

Le lampadine smart, però, non sono tutte uguali e nello specifico è possibile trovarne tre diverse tipologie. Esistono infatti le lampadine con bulbi standard, quelle a candela e le spotlight, che sono dette anche a faretto.

Queste tre tipologie, pur presentano alcune differenze fra di loro, sono accomunate dall’uso della tecnologia LED, che inoltre consuma molto meno rispetto alle classiche lampadine a incandescenza. In particolare, una lampadina intelligente standard va da 5.5W ai 9.5W,  che equivale a una lampadina a incandescenza da 50-60W. Non solo, le lampadine possono essere bianche o colorate. Queste ultime, naturalmente sono più costose.

Per quanto riguarda i prezzi, invece, una coppia di lampadine bianche si aggira intorno ai 50-60 euro. Un costo davvero notevole se paragonato a quello delle luci standard. D’altra parte si tratta di accessori smart e in quanto tali inevitabilmente più costosi. Se poi si passa alle lampadine colorate il costo sale ancora. Per un tris di lampadine di questo tipo, ad esempio, il prezzo potrebbe addirittura superare i 130 euro.

Insomma, al momento si tratta di costi notevoli e non sempre alla portata di tutti. Basti pensare che per illuminare una sola stanza, come il salone di casa per esempio, sarebbero necessari almeno 250-300 euro.

Cosa sono le lampadine smart: come si installano

D’altro canto, se il costo di partenza è molto alto, quello relativo all’installazione è praticamente nullo. Installare una rete di lampadine intelligenti in casa non richiede infatti  grandi stravolgimenti. Potrai utilizzare il sistema elettrico già esistente e anche l’attacco per il lampadario non è diverso rispetto a quello che viene utilizzato generalmente per i punti luce.

Queste lampadine saranno dotate di un connettore wireless che ne consentirà la comunicazione con il router presente in casa, al quale è collegato anche lo smartphone. In alcuni casi è inoltre possibile regolare le lampadine anche a distanza e quindi predisporre l’illuminazione anche qualche minuto prima di arrivare in casa. Alcuni modelli di lampadine smart, invece, sono in grado di segnalare sbalzi di corrente e temporali, indicando direttamente sull’app del telefono alcuni consigli sulle azioni da compiere.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here