GPS Cartografico per il Trekking: Cos’è e Come Funziona?

gps cartografico per il trekking cos'è e come funziona la guida di accessori indossabili

Il Gps Cartografico o Gps da Trekking è un dispositivo ricevitore che consente di avere le coordinate geografiche e l’ora esatta del punto in cui ci troviamo. Ma come funziona un Gps da Montagna?

 

Cos’è un Gps Cartografico?

La prima cosa da sapere sui Gps Cartografici – Global Position System – è che sono dei ricevitori di segnali dai satelliti orbitanti attorno all’asse terrestre. Esistono vari satelliti, agganciati a costellazioni, che vengono amministrati dal Dipartimento della Difesa Americana.

Al sistema di navigazione satellitare usato perlopiù in Occidente, si può integrare con quello dell’Ex Unione Sovietica, conosciuto con la sigla di Glonass.

 

Come funziona il GPS? 

Quando noi lo accendiamo, il satellite manda un segnale al nostro ricevitore e con il segnale di rimando riesce a calcolare le coordinate geografiche esatte della nostra posizione. Però, la quantità di satelliti migliora l’esattezza delle coordinate; infatti, più satelliti sono “ricevuti” , più esatto è il calcolo.

Le coordinate vengono date con due parametri: la latitudine e la longitudine. La latitudine è la distanza di un punto qualsiasi dall’equatore. Invece, la longitudine è l’angolo tra il meridiano più vicino al punto e il meridiano di Greenwinch.

Il Gps va attivato solo in zone aperte, perché al chiuso non riesce ad accendere il segnale. Una volta stabile le coordinate, l’interfaccia del display di un GPS da Trekking è simile a quella di un comune Smartphone.

 

Cosa traccia il Gps?

Ogni Gps ha in dotazione una mappatura generica precaricata e quasi identica nei vari dispositivi di diverse marche.

Oltre a questi dati, bisogna fare attenzione ai Track Logs e ai Punti da inserire nella mappa- detti Waypoints. Questi due funzionalità del Gps sono importanti per indirizzare il Gps e segnare il nostro percorso.

Il track log non è altro che la traccia del sentiero: viene inserito un punto che si collega con altri punti a formare una traccia.

L’altra forma di memorizzare un percorso è quella di inserire dei punti preferiti e indicarli con un nome significativo per noi.

 

Trasferire le mappe da Gps a Computer?

È possibile scaricare le mappe registrate nel nostro ricevitore nel computer in un file apposito.

Per scaricarle è necessario sincronizzare il dispositivo Gps con la sua Applicazione nativa e dall’applicazione avviare il trasferimento.

Prima di eseguire il primo download è indispensabile installare i driver per il proprio Gps, di solito vengono fornite dall’azienda di produzione. Infine, l’estensione più utilizzate per salvare le mappe è il formato file JOSM, con estensione .osm

 

Scopri i Migliori Gps da Trekking per la Montagna!

Facebook Comments

Appassionata di Tecnologia, Hi-Tech, Fitness e Domotica
No Comments

    Leave a reply

    WordPress spam blocked by CleanTalk.
    Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close