Ricaricare la batteria correndo? Da ora si può con Amply!

Quante volte vi è capitato di trovarvi nel mezzo di una giornata indaffarata con la batteria del cellulare scarica? E di doverla ricaricare nei momenti più scomodi, come prima di andare a dormire?

Con gli smartphone succede spesso; figuriamoci per le nuove tecnologie indossabili come gli smartwatch che, abbiamo visto, devono seriamente risolvere il problema della durata della batteria prima di conquistarsi il grande pubblico.

Ma se per il momento la nostra tecnologia non ci permette di avere batterie di durata maggiore, perché non escogitare sistemi per catturare l’energia da altre fonti, come il nostro stesso movimento? é questo il concept alla base di Ampy, il nuovo dispositivo lanciato su kickstarter che ha dell’incredibile: permette infatti di catturare l’energia cinetica prodotta quando cammini, corri o vai in bicicletta, immagazzinandola in una batteria al litio con la quale ricaricare all’occorrenza i propri device elettronici.

Piccolissimo e leggero, può essere legato a una gamba, un braccio o una cintura, ma anche infilato dentro una borsa o in tasca. Qualsiasi movimento voi farete nella giornata, che sia fare le scale con le buste della spesa o jogging, Ampy sarà lì con voi pronto a catturare i vostri sforzi e a trasferirli sul vostro telefono. Perché dissipare l’energia quando si può trasformarla, come insegna la termodinamica?

db5b714aabdf298d927b0bbf15af8121_large

Ampy sarà disponibile con una apposita applicazione che vi permetterà di controllare

  • la quantità di energia che state generando
  • il numero di calorie che avete bruciato
  • la quantità di CO2 risparmiata

e di condividere i vostri risultati sui social network Twitter e Facebook, proprio come si fa con i fitness tracker.

Ovviamente più l’attività fisica è intensa e più energia verrà accumulata. Per ricaricare 3 ore di smartphone ci servirà una corsa di 30 minuti, una pedalata da 1 ora o in alternativa una lunga camminata di 10 mila passi giornalieri. Ma nulla vieta di personalizzare il proprio accumulo di energia, ad esempio portandosi Ampy con sé al corso di Zumba o di FitBoxe. D’altronde di energie ne consumiamo tutta la giornata, chi più chi meno, e verrebbe da dire: hai voluto lo spartphone? E ora pedala!

Il progetto Ampy ha riscosso notevole successo su Kickstarter e si stima che sarà realizzato per Gennaio 2015.

ampy

 

 

 

Facebook Comments
No Comments

    Leave a reply

    WordPress spam blocked by CleanTalk.
    Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close